PREFAZIONE Raccolgo in questo volume, rivedendoli e introducendovi ai luoghi opportuni le aggiunte consigliatemi da studi po- steriori miei ed altrui, alcuni scritti concernenti la storia del pensiero di Giambattista Vico, la sua biografia e la sua fortuna. Lo studio sullo svolgimento della filosofia vichiana inau- gura, mi pare, un nuovo genere di ricerche, che da me sono state appena iniziate, ma promettono una viva luce intorno all'origine e al significato proprio delle idee del Vico. Il quale è stato studiato per V innanzi in relazione col suo tempo e con la filosofia tedesca kantiana e post-kantiana, alla quale egli genialmente precorse. Ma, se alla cultura contemporanea di certo non rimase estraneo, e in essa per- tanto bisogna pure che dallo storico sia collocato; egli fu anche e sopra tutto un autodidatta, che molto studiò, a suo modo, di antichi pensatori e filosofi italiani precedenti, alla cui tradizione attinse taluni de'suoi concetti fondamen- tali, che elaborò bensì e trasformò profondamente, ma senza riuscire, com’ è naturale, a cancellarne V impronta origi- naria. E questa impronta io mi sono studiato di rimettere alla luce. Palermo, i° ottobre 1914. G. G. 1