hl~ I. f PROBLEMI I) I.LLA SCOLAST ICA l’esattezza della tradizionale e volgala definizione di Dante come tomista, ha posteriormente a queste mie lettere recata il prof. Bruno Nardi in vari suoi saggi molto pregevoli : Sigieri di Bra- bante nella D. C. e le fonti della filosofia di Dante (estr. dalla Riv. di filos, neos col., io ir-12) ; Inforno al tomismo di D. e alla quistione di Sigieri [Giorn. Dant., XXII, 1914, pp. 182-197); Postilla alla qaist. di Sigieri (A\ Giorn. Dant., I, 1917); Un frammento di cosmo- logia dantesca {Cult, filos... 1917); Dante e Pietro d’Abano (N. Giorn. Dant., IV, 1920); ¡ut. alle dottrine filos, dì Pietro d'Abano (Ad Riv. stor., V, 1921); e Due capitoli dì filos, dantesca, nella Misceli. Dant. pubbl. dal Giorn. stor. lett. it. (SuppL, 19-21, 1921)}.