Full text: Studi Vichiani

54 
STUDI VICHIAN1 
Certo, da queste prime formule del suo pensiero fino 
alle dignità più solide e definitive di esso, sta per Vico che 
« gli uomini prima sentono senz'avvertire, dappoi avver- 
tiscono con animo perturbato e commosso, finalmente ri¬ 
flettono con mente pura» (dign. LUI); e in generale, come 
per Schelling, prima è il fare e poi il sapere di aver fatto; 
veram ipsum fecisse (prima aver fatto) ; e la Scienza 
Nuova può essere una dimostrazione di fatto storico della 
Provvidenza, « perché dee essere una storia degli ordini, 
che quella, senza verun umano scorgimento o consiglio, 
e sovente contro essi proponimenti degli uomini, ha dato 
a questa gran città del genere umano » x. È dunque stretta 
dottrina del Vico, che la piena coscienza del suo pen¬ 
siero non può esser nel suo pensiero, ma solo nella ri¬ 
flessione posteriore. 
Né la fantasia crea soltanto le religioni. Crea le lin¬ 
gue, con sorprendente rapidità; sì che a due anni, al più 
a tre, si sanno omnia verba et res quibus communis vitae 
usus continentur ; che se si volesse redigerne un vocabo¬ 
lario, vi occorrerebbero di gran volumi. Così ognuno di 
noi ha in sé una filosofia, tutto lo scibile: e non lo sa. 
Basta attendervi. L'innatismo platonico si colorisce di 
immagini stoiche, dove Vico esorta ad eccitare illas nobis 
tot rerum atque tantarum a prima veritate insitas et quasi 
consignatas notiones, quae in animo, tanquam igniculi 
sepulti, occluduntur ; et magnum cunctae eruditionis in¬ 
cendi um excitabimus. Ricorda poi la storia del Menone 
platonico, dove lo schiavo ignaro di geometria, accorta- 
mente interrogato, si palesa geometra. Vobiscum sunt, 
vobiscum scientiae omnes, adolescentes, si vosmet ipsos 
recte noveritis, fortunatissimi. 
Questo innatismo è un modo della inconsapevolezza 
originaria dell’anima, quale va concepita nella dottrina 
1 S. N., p. 184.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.