Full text: Studi Vichiani

IV. CONCETTO DELLA GRAZIA E DELLA PROVVIDENZA I49 
Questo concetto insufficiente della libertà negativa s’ è 
già incontrato nel Vico, nell’ Orazione del 1700 Ma in 
quella stessa Orazione abbiamo visto com’egli sentisse 
pure il bisogno di qualche cosa di meglio. Certo, nel suo 
teologo non trovava un libero arbitrio che senza l’estrin¬ 
seco aiuto della divina grazia bastasse a bene operare; 
quantunque dovesse, senz’alcun dubbio, esser più sod¬ 
disfatto da questa dottrina che un’ombra almeno di 
libertà lasciava all’uomo; aH’ucmo di quella che egli 
chiamerà umanità gentilesca, artefice an¬ 
ch’egli del mondo delle nazioni. 
E non poteva egualmente non propendere alla sentenza 
della teologia sorbonica nella questione famosa della 
grazia efficace, che è l’altro memento della nega¬ 
zione della libertà nel giansenismo: per cui, l’uomo non 
è libero prima d’esser redento dalla grazia, perché, per 
effetto del peccato, è in potere del diavolo; e non è libero 
né anche dopo, perché l’efficacia della grazia redentrice 
consiste nella necessità della redenzione. Prima la sua 
volontà è principio del male, e soltanto del male; poi, 
del bene, e soltanto del bene. E non vien concepita mai 
come principio degli opposti, quale dev’essere, per esser 
libera. Anche qui il gesuita distingue; e se la distinzione 
tra grazia sufficiente che non è sufficiente e grazia efficace 
provocherà il sorriso del Pascal, essa però ha una pro¬ 
fonda ragion d’essere, e mira a salvare insieme con la 
grazia la libertà, senza la quale la grazia edificherebbe 
la distruzione. Il Ricardo riferisce in proposito un luogo 
del De spirita et littera (c. 33) di Agostino, che egli dice 
un compendio di tutti i libri scritti dal Santo contro i 
nemici della grazia e del libero arbitrio: un muro di 
bronzo contro pelagiani, manichei, luterani, calvinisti e 
simili pesti. 
1 Vedi sopra pp. 65 sgg..
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.