Full text: Studi Vichiani

94 
STUDI VICHIANI 
trice dello spirito nel mondo umano bastino a salvare l’auto¬ 
nomia dell’uomo; né quindi si potrebbe convenire con me per 
l’identità che io vidi in quello scritto tra l’uomo e Dio. Ma nello 
stesso luogo io richiamai altri pensieri analoghi di scrittori del 
nostro Rinascimento (v. sopra p. 46; e ora lo studio intorno al 
Concetto dell’uomo nel Rinascimento, nel mio volume G. Bruno e 
il pensiero del Rinascimento) ; pensieri i quali mettono fuor di 
dubbio che questa celebrazione dell’uomo era un motivo tradi¬ 
zionale, caro sopra tutto agli scrittori neoplatonici, ignari ancora 
d’ogni vero principio di distinzione dello spirito umano dal divino, 
e insufficiente quindi da sola a quella coscienza dell’assoluta 
libertà dell'uomo, alla quale più tardi tenderà con tanto ardore 
il Vico. E sta logicamente che, se già nel 1699 il Vico avesse rag¬ 
giunto questa nozione dell’autonomia dell’uomo, non avrebbe 
potuto, undici anni dopo, incorrere nello scetticismo del De an¬ 
tiquissima. 
E quanto ai rapporti del De uno con la Scienza Nuova, sono 
essi da considerare o no, come due redazioni diverse e successive 
della stessa opera ? Va da sé che l’accentuazione dello speciale 
problema del diritto — dal Vico non ravvisato mai nella sua 
caratteristica differenziale — che l’autore può aver fatto nel 
De uno per ragioni estrinseche, come quelle de’ suoi interessi 
accademici, non può aver peso per decidere se, sostanzialmente, 
il tema in cui si travaglia in entrambe le opere la mente del Vico 
sia sostanzialmente il medesimo. E tra tutti i rilievi fatti in pro¬ 
posito dal Donati, quello che, secondo lui, dovrebbe togliere 
perplessità ed equivoci (p. 81), si riduce a chiarire, 
secondo lo stesso autore, che quando il proposito del Vico nel 
De uno « ritorna per dar materia alla Scienza Nuova, si allarga 
nella sua estensione, si precisa nel suo significato » (ivi). Il che 
non costituisce certamente una differenza sostanziale, per la 
quale s’abbia a conferire al problema del diritto nella filosofia 
vichiana quell’ importanza specifica che esso non ha : almeno 
fino a che il Donati non ci abbia dato una dimostrazione più 
conclusiva di questa, con cui si chiude il suo bello opuscolo. 
Un'altra serie di studi molto importanti, di carattere biografico 
e cronologico, ma che potrebbero avere conseguenze di gran 
rilievo rispetto alla storia intellettuale del Vico, sono quelli che 
vien conducendo su\YAutobiografia il Nicolini. Il quale dagli 
errori cronologici commessi dal Vico nella ricostruzione della 
sua vita e del suo pensiero e fors’anche nella datazione delle sue
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.