Full text: I problemi della scolastica e il pensiero italiano (12)

7<S I. I PROBLEMI DELLA SCOLASTICA 
rabberciate la premessa, e allora 1’ insipiens non vi se¬ 
guirà più, e la fede non diventerà intelletto. 
6. Onesta critica, in verità, è troppo facile. Quel che 
può interessare non è Terrore di Anseimo, ma la causa 
del suo errore. A intender la quale, conviene riflettere 
che quella petizione di principio a cui si riduce l’argo- 
rnento ontologico, è (secondo un’osservazione antichis¬ 
sima) la petizione di principio di ogni sillogismo: quella 
petizione di principio, a cui si riduce tutto il pensiero 
concepito dal punto di vista platonico: — che è poi 
un’osservazione, che non so se sia stata fatta ancora, ma 
merita di essere attentamente meditata, se si vuole scor¬ 
gere la radicale trasformazione avvenuta nel pensiero 
umano dalla filosofia antica, che io dico greca, alla mo¬ 
derna, che dico cristiana. Chi pronunziò la parola più 
profonda per esprimere il concetto greco del pensiero in 
rapporto alla realtà, la parola che si può dire la chiave 
di volta di tutta la filosofia greca, è Parmenide, T aISolóq re 
àpoc Set,vó<; Parmenide J, quando affermò essere lo stesso 
pensare essere: tò yàp àuro vostv egtiv ts xaì si va'.2 : 
quell’essere appunto, di cui gli Eleati fermarono in eterno 
la logica rigorosamente governata dal principio d’identità ; 
quell’essere, che non può variare, e però esclude ogni 
processo, e quindi anche il pensiero in quanto processo. 
Il solo pensiero che seppero concepire i filosofi greci è 
infatti pensiero senza processo: pensiero in sé, che è im¬ 
mediatamente tutto il pensiero. Tale il pensiero della 
logica aristotelica, dalle categorie agl’ individui, dall’ uno 
ai molti, tutto in sé concatenato e fermato, sì che nella 
estensione dell’uno si raccolgono i molti, e nella compren¬ 
sione dei singoli molti sia immanente l’uno. Di modo che 
1 Platone, Theaet., 133 E. 
ì Fr. 5 (Diels).
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.