Full text: I problemi della scolastica e il pensiero italiano (12)

IOO 
I. I PROBLEMI DELLA SCOLASTICA 
conoscere un movimento del soggetto verso l’oggetto, anzi 
di questo verso di quello. Non è più il pensiero che si 
espande nell’essere, quasi fosse altro dall’essere, e però 
non-essere; ma è l’essere che si concentra tutto nel pen¬ 
siero, il quale diventa allora il potenziamento e la rea¬ 
lizzazione dell’essere stesso. 
Ouest’aìtra situazione della conoscenza, che si può dire 
kantiana, perché in Kant pervenne alla coscienza critica 
della rivoluzione che esigeva nella logica del mondo, ha 
questo di proprio: che s’accorge dell’astrattezza della 
conoscenza che è oggetto, e soggetto solo in quanto og¬ 
getto, o più semplicemente dell’oggetto in quanto tale. 
Nella nuova intuizione c’è questo di nuovo: che nel 
pensato si vede il pensato del pensante, o, più semplice- 
mente e rigorosamente, la determinatezza del pensiero 
attuale. 
Kant questo lo disse in una forma piena di contraddi¬ 
zioni. Disse che l’appercezione originaria, 1’ « Io penso » 
è la forma di ogni conoscenza. Ciò che importava che 
soltanto nell’appercezione dell' « Io penso » bisognava 
cercare quei giudizi, in cui egli pur giustamente fece con¬ 
sistere tutto il pensiero; e che pertanto non fosse più da 
parlare di giudizi che non fossero atti dell’ Io: forme 
dell’ « Io penso ». Invece, tutta l’Analitica trascendentale 
si può dire analisi di un pensiero che è bensì pensato o 
pensabile, ma non è punto Io, o atto dell’ Io. Infatti, 
per addurre solo un esempio, che significato potrebbe 
avere la classificazione dei giudizi e quindi la tavola delle 
categorie che Kant espone in questa parte della Critica, 
se i giudizi si considerassero come atti del pensiero, invece 
die astrattamente, in se stessi, al modo stesso della logica 
aristotelica ? Come si può distinguere, poniamo, il giu¬ 
dizio apodittico dal problematico se noi guardiamo, anzi 
che alla materia dei due giudizi, all’atto positivo per cui 
quella presunta materia si pone nel suo organismo di
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.