Full text: Studi Vichiani

40 
STUDI VICHIANI 
purique agunt ». L’uno e l’altro non si confondono (con¬ 
cretione secreti) con la materia, in cui agiscono. Onde 
Dio e l’anima senza il mondo e il corpo saranno, ma non 
si potranno conoscere. Per ea quae facta sunt cognoscuntur. 
Così, se Vico dice che mundus vivit quia Deus est ; si 
mundus pereat, etiam Deus erit, e analogamente corpus 
sentit quia viget animus] si corpus occidat, animus tamen 
est immortalis, egli però premette: Deus semper actuosus, 
semper operosus animus; e così pareggia le partite, perché 
l’agire lega Dio al mondo e l’anima al corpo, e in generale 
1’ Uno al molteplice, o, nel linguaggio cartesiano, la so¬ 
stanza ai suoi attributi. Che è cartesianismo rigoroso, 
come coraggiosamente poi l’affermò Spinoza; ma è pure 
il neoplatonismo, assai più antico di Spinoza e di Cartesio. 
Par di leggere Giordano Bruno : « Ei Deus in mundo, 
et in corpore animus ubique adest, nec usquam compre¬ 
henditur: Deus enim in aethere movet sydera, in aere in¬ 
torquet fulmina, in mari procellas ciet, in terra denique 
cuncta gignit [quindi anche i pensieri della mente e i 
decreti della volontà] ; nec coelum, nec mare, nec tellus 
Dei circumscriptae sunt sedes : mens humana in aure audit, 
in oculo videt, in stomacho irascitur, ridet in liene, in 
corde sapit, in cerebro intelligit, nec in ulla corporis parte 
habet finitum larem. Deus complectitur et regit omnia, 
et extra Deum nihil est] animus, ut cum Sallustio loquar, 
‘ rector humani generis, ipse agit atque habet cuncta, neque 
ipse habetur ’ » *. 
1 Cfr. G. Bruno, De la causa, dial. II: «Se l’anima del mondo e 
forma universale [cioè la divinità] se dicono essere per tutto, non s’in¬ 
tende corporalmente e dimensionalmente; perché tali non sono; e 
cosi non possono essere in parte alcuna; ma sono tutti per tutto spi¬ 
ritualmente. Come per esempio, anche rozzo, potreste imaginarvi 
una voce, la quale è tutta in una stanza, e in ogni parte di quella; 
perché da per tutto se intende tutta»: Opere Hai., i2, 195. Cfr. anche 
pp. 183-4 e Opera lat., Ili, 41, 57. L’anima individuale in relazione col 
corpo ha la stessa individualità, perché sta aH’anima del mondo come il 
modo alla sostanza spinoziana (v. Gentile, G. Bruno e il pens. del
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.